Sulla spiaggia

Scheda Tecnica

Autore: Aldo Carpi
Anno: 1953
Misure: 62 x 85 cm
Tipologia: dipinto
Materiale: olio su tela
Provenienza: Opera donata dal Premio Nazionale Arti Visive Città di Gallarate nel 1953


Codice di inventario:
048

Sulla spiaggia

Aldo Carpi

Sulla spiaggia rientra in uno dei temi molto cari a Carpi: la marina. I paesaggi sono quelli dei suoi soggiorni estivi a Marina di Pisa, Varazze, Marina di Massa.
Lo spazio del dipinto è organizzato in modo che l’osservatore si addentri nella scena e ne prenda parte.
In primo piano, a sinistra, due donne in piedi e, a destra, un ragazzo appoggiato a una vela, aprono il racconto secondo un percorso visivo in profondità, lungo diagonali su cui sono disposte le altre figure, creando un pacato dinamismo.
Piccoli colpi materici di bianco rendono il bagliore della luce del sole nei vestiti dei personaggi, nelle onde, nelle nuvole. La pennellata è varia, vivace, mossa: morbida e pastosa nella spiaggia, densa e secondo un andamento orizzontale nel mare e più libera nel cielo.
Il paesaggio e le figure sono macchie di colore, forme morbide senza contorni, la descrizione di Carpi non avviene per dettagli, non è minuziosa, ma coglie impressioni, colori, vibrazioni.
Tutto il paesaggio è immerso in una luce rosata tipica di una giornata di sole estiva.
Il colore dai mezzi toni lombardi, con luci velate, con trasparenze di lumeggiature rende più calda e intima le scena.
È un’atmosfera sospesa, un silenzio quasi metafisico: la luce forte del sole a picco cancella le ombre e dà un senso di sospensione.
Carpi non seguiva i movimenti artistici, era un “un irregolare” come lo ha definito De Micheli, dipingeva ritratti e quadri con atmosfere sognanti: una società fatta di maschere, saltimbanchi e carabinieri, cene festose sulla spiaggia, in cui forte era il legame tra immaginazione e realtà. La sua pittura non cambiò nemmeno al ritorno dal campo di concentramento di Gusen, dove era stato deportato nel 1944.
Ha insegnato all’Accademia di Brera dal 1930 al 1958 ed è stato maestro di molti celebri pittori italiani come, tra gli altri, Morlotti, Cassinari, Sassu, Dova, Vaglieri, Baj e Valenti.
Nel 1953 l’opera Sulla spiaggia partecipa fuori concorso al Premio Nazionale di Pittura Città di Gallarate. (GF)
 


Autore, Titolo, 1158