Alternative Nomadi - Mediterranea 16

Videofocus@Museo MA*GA

04 dicembre 2013–22 dicembre 2013

La mostra

Alternative Nomadi è un side project di Mediterranea 16 – Errors Allowed, 16ma edizione della Biennale dei Giovani artisti dell’Europa e del Mediterraneo che si è tenuta ad Ancona dal 6 giugno al 31 agosto 2013 per la cura di Charlotte Bank, Alessandro Castiglioni, Nadira Laggoune, Delphine Leccas, Slobodne Veze/Loose Associations (Nataša Bodrožić, Ivana Meštrov), Marco Trulli, Claudio Zecchi. Nato con l'idea di approfondire alcuni spunti del progetto alla base della Biennale, l'evento, organizzato da BJCEM e promosso dal Comune di Milano, ha come focus centrale una mostra presso la Sala delle Colonne della Fabbrica del Vapore di Milano e vede la collaborazione con il Museo MA*GA di Gallarate e Viafarini DOCVA.

Alternative Nomadi – Mediterranea 16
a cura di Alessandro Castiglioni

La Mostra
«Perché divento irrequieto dopo un mese nello stesso posto, insopportabile dopo due?» (L'alternativa Nomade, Adelphi, 2010).

Questa considerazione di Bruce Chatwin è uno spunto che permette di riflettere attorno ad una particolare condizione contemporanea, una nuova declinazione dell'idea di nomadismo: una fluidità inquieta, un costante movimento tra territori ma, ancor di più, tra informazioni, risorse e piattaforme mediali che segna un rinnovato interesse per un'attitudine in perenne mobilità.
La mostra presenta alcuni artisti, già invitati a Mediterranea 16, nei cui lavori questa specifica condizione è spunto di riflessione, oggetto di narrazione.
Attorno a differenti nuclei di indagine, quali le implicazioni politiche della costruzione di un'immagine, le relazioni tra identità individuale e contesto sociale, il valore dell'esperienza dei luoghi, si presenteranno le possibili alternative nomadi che gli artisti, attraverso il proprio lavoro, propongono, in modo più ampio, alla nostra quotidianità.

Gli artisti coinvolti in Alternative nomadi sono: Ahmed Kamel (EG) | Fabian Bechtle (DE) | Driton Selmani (KS) | Marco Monterzino (IT) | Seçkin Aydin (TR) | Roberto Fassone (IT) (Politiche dell’immagine); Alice Pedroletti (IT) | Léna Durr (FR) | Marie Thèrese Saliba (LB) | Enrico Boccioletti (IT) (Identità); Ismini Chacholiadou (CY) | Viola Conti (SM) | Randa Maddah (SY) | Sebastiano Sofia (IT) (Spazi).

I Progetti Paralleli
Un tratto che contraddistingue il progetto è la costituzione di una rete tra istituzioni, promossa da BJCEM, per lo sviluppo della mostra. La collaborazione si basa sull'organizzazione di una serie di programmi paralleli: al MA*GA, riaperto dopo l'incendio del Febbraio 2013, dal 3 al 23 dicembre 2013 verranno proiettati, secondo un preciso programma, alcuni tra i più interessanti lavori filmici e video presentati ad Ancona dagli artisti Etienne De France (FR), Veli&Amos (SI), Igor Bezinović (HR), Hanna Hildebrand-Paul Wiersbinski (IT-DE), Virginia Zanetti (IT), Randa Maddah (SY), Esmir Prlja (BA), Lilo Nein (AT), Bujar Sylejmani (KS), Silvia Giambrone (IT).

Viafarini DOCVA supporta, in mostra, alcuni artisti già ospiti in parallelo presso il loro programma di residenze; inoltre, in occasione del finissage del progetto, curerà la realizzazione della mostra The Lost Epigraph Trilogy, dedicata all'artista Maltese Dustin Cauchi, anch’egli selezionato per Mediterranea 16. La mostra sarà aperta dal 9 al 17 gennaio 2014.