Un altro mondo si dischiude

Storia e arte in Italia tra 1948 e 1980

05 giugno 2022–25 settembre 2022

La mostra

Un altro mondo si dischiude
Storia e arte in Italia tra 1948 e 1980

Tra l'immediato Secondo Dopoguerra e gli anni Sessanta, un nuovo universo artistico trasforma la cultura e la società italiana. Tra i protagonisti di questa trasformazione, che prosegue fino agli anni della contestazione e gli anni di piombo, vi sono gli autori di riferimento di ARCHIVIFUTURI, che hanno operato nel territorio indagato dal festival, tra l'alto milanese, i laghi e il confine svizzero.

Prendendo spunto dalle parole di Sandro Penna, la mostra “Un altro mondo si dischiude” racconta episodi, biografie e pratiche di queste artiste e di questi artisti, la loro capacità di rinnovare i linguaggi espressivi, di far dialogare l'arte con i contesti sociali, di aprire l'opera d'arte al pubblico e allo spazio, di sperimentare le possibilità dei nuovi strumenti tecnologici. 

In mostra opere di Enrico Baj, Marion Baruch, Angelo Giuseppe Bertolio, Lilliana Bianchi, Floriano Bodini, Giannetto Bravi, Gianfranco Brebbia, Dadamaino, Lucio Fontana, Franco Fossa, Luciano Giaccari e Maud Ceriotti, Renato Guttuso, Marcello Morandini, Marinella Pirelli, Innocente Salvini, Giancarlo Sangregorio, Vittorio Tavernari, Giovanni Testori, Gianfilippo Usellini, Silvio Zanella. Le opere di Ottavio Missoni sono esposte nella Sala Arazzi Ottavio Missoni.

 

Guarda i video